Immersione a 360: Al posto del guidatore!

Background image of the post header

Una gara di cavalli in VR è possibile e l’abbiamo realizzata con l’aiuto di TROT, la Compagnia che organizza corse all’Ippodromo di Parigi e lavora allo sviluppo delle gare di trotto in tutta la Francia.

Per promuovere le gare TROT e sensibilizzare il pubblico su questa disciplina, la scelta dell’immersione VR è efficace e molto divertente. La simulazione video a 360° è accessibile a tutti nella Grand hall de l’Hippodrome.

Scopri subito il teaser.

Attraverso una cuffia VR, l’Oculus Rift, equipaggiato con tecnologia 4K che proietta immagini ad alta definizione, vivrai la folle corsa di un pilota nel cuore di un branco a bordo di un “sulky” trainato da un cavallo. Un’esperienza a 50 km / h come se fossi lì, una gara indimenticabile in cui terrai le redini e sorvolerai la pista.

Per questo tipo di riprese, abbiamo utilizzato diverse fotocamere Gopro dotate di stabilizzatori giroscopici necessari per il comfort dello spettatore, oltre a un drone DJI Inspire. La sfida era quella di rendere questa esperienza di realtà virtuale in movimento, di portare lo spettatore su un “sulky” nel bel mezzo della gara e di fargli provare le migliori sensazioni possibili. TROT si è fidato di noi e abbiamo accettato la sfida con successo.

Digital Immersion è all’avanguardia nell’innovazione nella realtà virtuale con attrezzature costantemente rinnovate, know-how riconosciuto e adattabilità immediata. Offriamo inostri servizi alle aziende che vogliono innovare e immergere il pubblico nel loro mondo a 360 gradi.

immersion 360 vr sulky

Successo del web-doc “Time for Milk” nei Festival

Background image of the post header

Il documentario web “Time for Milk” dell’agenzia digitale Sweet Punk ha appena vinto diversi premi in tre festival:Awwwards,CSS,e FWA.

Il team di Digital Immersion è orgoglioso di aver partecipato e contribuito a questo successo. Per la cronaca, questo è un film promozionale che invita lo spettatore a vivere una giornata in un caseificio. Questa immersione filmata in gran parte come un documentario classico incorpora video a 360 per un’esperienza totalmente immersiva.

“Time for Milk” è stato creato per il CNIEL, National Interprofessional Centre for the Dairy Economy, al fine di promuovere il know-how dei professionisti del settore del latte. Concentrandoci sull’autenticità del mondo agricolo, puntiamo sulla bellezza dell’ambiente, sulla vicinanza a mucche e agricoltori, con un suono ambisonico più vicino alla natura e un’edizione GoPro Black per l’acquisizione.

Tra i cinque film a 360, assisti alla mungitura delle mucche, ti trovi in ​​un prato nel cuore della mandria e osservi la vita in una stalla o in un vivaio.

Rivolto al pubblico e ai professionisti, la narrazione rimane semplice e privilegia il visivo, la bellezza dei paesaggi, la poesia di questa giornata sospesa nel tempo e offre un’esperienza molto coinvolgente.

Dall’apertura del sito, le prime immagini riprese con un drone parlano da sole. L’atmosfera sonora ci sommerge dolcemente fino a riportare mucche e allevatori sulla terra. Lo spettatore è invitato puntualmente a informarsi e a vivere più vicino alla fattoria grazie ai video coinvolgenti. Il film nella versione desktop e ​​video 360 è concepito solo per il Web e quindi non richiede una cuffia VR.

Time-milk prato

Con Rémi Grousset, project manager presso Sweet Punk, abbiamo consegnato questo bellissimo progetto nel luglio 2017 e siamo molto contenti di questo successo in festival e concorsi, gli Awwwards, i CSS e gli FWA sono enti prestigiosi che confermano il risultato di lavoro e collaborazione.

L’impegno di Digital Immersion è quello di portare ilvideo 360 e VR ad un livello di eccellenza in tutte queste forme, i prezzi che riceviamo in cambio sono una garanzia di qualità e fiducia. Ringraziamo Sweet Punk per aver considerato i nostri servizi su questo progetto.

Visita il sito

 

Vive Focus: la prima cuffia VR autonoma di HTC

Background image of the post header

Dopo Oculus Go e Samsung Odyssey, HTC presenta il suo nuovo nato: il Vive Focus, un cuffia VR indipendente, wireless, nel futuro grande linea di cuffie VR Standalone. Nessuna necessità di PC, smartphone o sensori esterni del tipo Lighthouse. Tutte le qualità dell’HTC saranno integrate nel Vive Focus con il processore Qualcomm SnapDragon 385, un il rilevamento della posizione all’interno-out , 6 gradi di movimento riconosciuti, schermi OLED, l’HTC Vive Focus rimane il concorrente più serio di “Oculus Go.

HTC Vive Focus ha annunciato in seguito la decisione di non continuare la sua partnership con Google per quanto riguarda ll’auricolare DayDream VR, per concentrarsi esclusivamente su Vive Focus.

cuffia vr Daydream view
A differenza di Oculus Go, programmato all’inizio del 2018, Vive Focus non sarà commercializzato in Europa come il Samsung Odyssey.

HTC si rivolge in primo luogo al mercato cinese e intende diventare leader in questo mercato dalla plateforme Viveport. L’Europa non è abbastanza attraente per le vendite di caschi VR.

Non sappiamo ancora il prezzo di Vive Focus con certezza, ma sicuramente sarà simile a quello del suo concorrente Oculus Go – valutato intorno ai 200 dollari – per essere competitivo. Una piattaforma Vive Wave VR consente ai contenuti di HTC Vive di migrare a Vive Focus abbastanza facilmente.

cuffia vr oculus

Un dettaglio, non meno importante è che non ci saranno controller VR convenzionali specifici per Vive e Rift. Vive Focus offre un contrôleur 3DOF identico a Gear VR o DayDream, oltre a un trackpad simile a quello di HTC con un rilevamento del movimento a tre gradi.

 

Le domande restano intorno alla definizione e alla risoluzione dello schermo, al display, al campo visivo, al sistema audio, alla sua autonomia, alla sua capacità di memorizzazione nei contenuti, saranno scaricabili Wi-fi o sarà necessario un cavo Ethernet? e infine quando uscirà?

Vi terremo informati.

 

Perché questo entusiamsmo intorno ai caschi VR Standalone? Che altro portano?

C’è una grande differenza nel prezzo, non solo le cuffie Oculus e HTC per la realtà virtuale sono costose, tra i 500 e gli 800 euro in media, ma è necessario acquistare il computer e i sensori esterni. Con la Standalone ci stiamo spostando ulteriormente sotto i 500 euro.

C’è anche la facilità di accesso al prodotto, l’auricolare è ora indipendente e il contenuto è in una semplice piattaforma. Nessuna necessità di integrare gli smartphone, nessuna dipendenza con un dispositivo e il suo sistema operativo, una maggiore libertà dovuta all’assenza del cavo che collega le cuffie al PC, l’osservatore si muove liberamente e si immerge molto di più.

Standalone può dare un benvenuto al mercato della realtà virtuale rendendo le cuffie VR più accessibili, più popolari e più commerciali nel lungo periodo.

Digital Immersion: Quanto costa?

Background image of the post header

Questa è la domanda che ci viene sistematicamente posta, alla quale cercheremo di rispondere.

Chi si pone questa domanda oggi? Agenzie pubblicitarie o di eventi, gruppi di media, aziende produttive, società di distribuzione, marchi …

Quali settori sono coinvolti nella produzione di contenuti video a 360 °?

Il mercato si sta sviluppando velocemente e nessun settore di attività è escluso (Cultura, Turismo, Formazione, Esercito, Medicina, Moda, Lusso, Sport, Industrie, Divertimento ecc.)!

L’avvento di una tecnologia innovativa o di un nuovo strumento di comunicazione, rappresenta sempre un nuovo stimolo per parlare in un modo differenziato al nostro pubblico.

Quali sono le tendenze del video a 360 °?

Tra il 2007 e il 2015 non esisteva alcun ecosistema di consumo o distribuzione.. Il video a 360 ° ha rappresentato un trend per la creazione di operazioni di branding / OPS tramite un sito web o un’applicazione mobile dedicata.

L’unico importante progetto sviluppato in questo periodo è stato una campagna per la nuova Renault Espace attraverso l’agenzia Marcel e la casa di produzione Sequencis, nel 2011. 10 posti per girare in tutto il mondo, un’applicazione mobile immersiva che utilizza giroscopio per navigare 360 °. Risultato: 1 Leone d’Oro “Interface and Navigation”. Il budget per la produzione di questa ambiziosa operazione in cui i media a 360° portano un reale valore aggiunto in termini di esperienza utente: 500 K €

Tra il 2015 e il 2016, si verifica una svolta, è l’epoca del “branding”.

Le prime cuffie VR, le prime telecamere VR e software, le prime piattaforme di trasmissione / distribuzione (Oculus, Steam VR, Daydream …) e i web players a 360° stanno emergendo. (Youtube, Facebook, Dailymotion VLC, Vimeo …)

I Giganti del Web e le industrie high-tech come Samsung, Facebook, Google, Sony, Nokia, Intel, HTC, Go Pro e altri, hanno preso la parola e hanno iniziato ad investire pesantemente in questo nuovo mezzo.

Oggi è assolutamente necessario fare video o VR a 360°. Non sappiamo cosa sia, per quale motivo viene utilizzato, a chi è rivolto, come lo usiamo ma lo faremo perché tutti lo fanno.

Questo è il punto di svolta per i media che dovranno dimostrarsi capaci in questo nuovo scenario, spesso abusato da attori assetati di innovazione.

Naturalmente troviamo scenari inesistenti o inadatti per immagini a 360 ° video, immagini pixelizzate, immagini scarsamente ricamate, nessuna stabilizzazione delle immagini, esperienza utente inesistente e così via … ma fortunatamente anche progetti scritti e adattati a 360 °,contenuti di qualità ed esperienze utente completamente adattate ai nuovi media.

Solo alcune aziende in Francia sanno davvero cosa si intende quando si parla di sviluppare un progetto ad alto valore aggiunto. Lavorano da molto tempo in ambiti quali: lo storytelling, la tecnica e user experience.

Oggi, il mercato non è più nell’era del branding ma in quella del ROI. Gli attori sono alla ricerca e hanno bisogno di essere accompagnati nella comprensione dell’ecosistema del design e della diffusione dei “nuovi ambiti media”

Quali sono le buone domande da porre quando si desidera creare un video 360?

> Il mio soggetto si presta ai codici del video a 360 °?

> Il mio obiettivo è sensibile a questa nuova modalità di consumo / media?

> Cosa dirò e come?

> Come ottimizzerò la sua distribuzione?

 

Come rendere il mio investimento redditizio?

Prima di sapere quanto costa, deciderò come userò:

> Il mio sito web o applicazione mobile

> Le mie reti sociali

> I miei team di vendita

> On my professional show

> A seminari / convegni …

Quanto costa?

Ora che ci siamo posti tutte le domande essenziali per preparare il nostro progetto, parleremo di tariffe!

In primo luogo il prezzo dipende dall’ambizione di un progetto. Troveremo tutte le fasi della produzione di un video 2D / flat: pre-produzione, produzione, post-produzione.

Saremo in grado di trovare diverse configurazioni per rendere video a 360 ° che possano avere un impatto significativo in un budget.

Possiamo usare soluzioni tradizionali per creare un video a 360 ° (sala di controllo, luci, gru …), utilizzando una tecnica chiamata Multipasses. Tutto questo è a vantaggio di un significativo miglioramento della qualità o dell’esperienza utente? Non proprio o no tutto il tempo perché i film più belli in 360 ° sono stati realizzati con Go Pro!

La post-produzione è il passo principale che ci permette di misurare un budget di produzione.

La più grande differenza tra una produzione 2D e una produzione di 360 ° è nella fase di cucitura, le famose cuciture.

Per comprendere questa parte della post-produzione, determineremo il numero di inquadrature che dovremo mettere a punto e misurare il tempo di lavoro da assegnare a questa operazione.

Le nostre 4 grandi famiglie di inquadratura sono:

> Fixed shot: pochi o nessun carattere in movimento e passaggi tra ciascuna telecamera.

> Still shot with movement: personaggi o oggetti si spostano attorno alla fotocamera e tagliano l’area di sovrapposizione tra due telecamere.

> Motionless tracking: la fotocamera è in movimento ma l’animazione intorno è abbastanza fissa o limitata.

> Animated tracking: la fotocamera è in movimento e l’animazione intorno è densa.

A seconda di ogni tipologia di inquadratura, possiamo andare da ½ giorno per un piano di lavoro di 4 giorni a quello che chiamiamo un punto definitivo. Su questo piano finale consegnato abbiamo ottimizzato le cuciture e la stabilizzazione dell’immagine, abbiamo pulito gli elementi di fissazione o sollevamento della telecamera (drone, treppiede, carrello ecc …)

Poi abbiamo la scena dei trattamenti digitali o delle opzioni di animazione che possono, come nel video tradizionale, arricchire l’esperienza ma anche il budget:

> Progettazione di moto 2D / 3D

> VFX

> Composizione musicale

> Voice over

> Suono spazializzato

Un principio di base nel video 360 è quello di dire che una ripresa a 360 ° dura circa 15 secondi in un video abbastanza dinamico in termini di diversità di scatti, vale a dire 4 minuti in un film.

Iles Maldives ClubMed

Ora che hai tutti gli elementi di comprensione della produzione di un progetto video a 360 °, ecco alcuni elementi di budget:

> 1 film da 1 a 2 minuti in 4 o 8 riprese = Conteggio tra 10 e 100 K €

> 1 film da 2 a 5 minuti in 8 – 20 riprese = Conteggio tra 25 e 150 K €

Questi elementi dipendono dal numero di giorni di ripresa,team/attrezzature, parametri tecnici e opzioni di animazione.

Vuoi saperne di più sul video 360? Contatta il nostroteam!! Saremo lieti di aiutarti nella realizzazione del tuo progetto!

 

Promozione di video 360 su Facebook con Jetlag

Background image of the post header

Jetlag è stato creato da Demotivateur per offrire storie sui viaggi e quest’anno ha annunciato un nuovo programma video: PANORAMA.

Con 350 milioni di video visti quest’estate, il gruppo Demotivator continua il suo sviluppo e conferma il suo status di must nel panorama sociale francese per i giovani dai 18 ai 35 anni. I media intendono continuare ad indirizzarsi ai millennial in modo diverso offrendo loro contenuti qualitativi e stimolanti.

Lanciato lo scorso gennaio, Jetlag dà un nuovo respiro al mercato dei viaggi e conta già 300 milioni di visualizzazioni. Oltre aDigital Immersion, Demotivateur offrirà una volta al mese video a 360° co-produced and published exclusively on the Facebook di Jetlag.

Questi video permetteranno agli spettatori di scoprire destinazioni in full immersion.

Promozione di video 360 Jetlag

”Grazie a questa partnership, stiamo arricchendo il programma di Jetlag scoprendo parti del mondo remote o facendo esperienze di viaggio straordinarie. Il lato immersive del video a 360° consentirà al nostro pubblico di teletrasportarsi letteralmente in un luogo “spiegano Ari Cohen e Michal Sikora, 2 dei 3 fondatori del Demotivateur.

“I Millenials hanno un forte appetito per i contenuti a 360 °, che rappresenta un format molto virale che rende possibile vivere esperienze straordinarie. Con i nostri 10 anni di esperienza esperienza nella produzione di contenuti a 360 °, e le nostre numerose referenze nel settore del turismo, incluso ClubMed, siamo felici di questa partnership. Jetlag è diventato in meno di un anno la nuova fonte d’ispirazione per i social network, i nostri contenuti troveranno subito il loro pubblico “continua Romaric Manovelli di Digital Immersion.

 

Texts: @ Arnaud Chaillou / Prod: Digital Immersion / Drone: No Gravity Films / Ulm: Rase-Mottes productions / in partnership with Demotivateur and Jetlag

Spettacolo live streaming a 360 ° Beth Ditto x Samsung

Background image of the post header

Samsung, in collaborazione con Cheil France e Digital Immersion, offre di assistere ai concerti in un modo nuovo con video live in 3D. Il primo artista in Francia che ha beneficiato di questa operazione è Beth Ditto durante il suo concerto il 7 ottobre al Bataclan, a Parigi.

“Beth Ditto è stata la prima artista scelta perché il suo unico concerto a Parigi è stato tutto esaurito per diversi mesi e il suo spettacolo è molto interessante per una trasmissione in diretta in VR. Questa operazione per i Millennials è la continuazione del VR Live Pass che ha permesso a migliaia di persone di scoprire il potenziale della realtà virtuale e il primo festival musicale a 360 ° con il Main Square Festival 2016 e Eurockéennes ”

Pauline Dujardin, responsabile delle esperienze a Cheil France

Spettacolo live streaming user experience

Grazie al VR Live Pass, 100 persone, fan dell’artista e influencer, sono state invitate ad andare al “Dernier étage” nel 18 ° arrondissement di Parigi, un luogo in cui sono stati ricostruiti due set, il palco di Bataclan ela sala di trasmissione per l’acquisizione 2D.

Queste 100 persone hanno avuto l’opportunità di scoprire e testare il nuovo ecosistema di Samsung S8 e Note8 in un’area esperienziale fornita a questo scopo. Equipaggiati con elmetti Gear VR helmets, gli ospiti hanno potuto vivere il concerto dell’artista spostando le aree: vicino all’artista, sul palco, nella buca per offrire un’esperienza coinvolgente allo spettatore.

Spettacolo live streaming user

Questo dispositivo è stato una vera sfida tecnica che richiedeva 4K sequenze live streaming attraverso wifi in 100 cuffie Gear VR contemporaneamente.

Molti test sono stati fatti in tempi record per ottenere la sincronizzazione tra l’acquisizione del concerto e il sistema VR. In effetti, è stato prima necessario dotare di cavi la sala di controllo per la scena al Bataclan in modo che le 3 telecamere potessero inviare 3 sequenze tramite una connessione Internet in fibra ottica disegnata sul sito, quindi installare nella stanza del 18 ° arrondissement la rete di terminali wifi su le 3 aree di trasmissione dal vivo per bilanciare il carico della rete.

Il concerto è stato un successo perché i 100 telefoni hanno funzionato senza incidenti e Samsung vuole fissare un appuntamento fisso con i Millennial annunciando la data del prossimo concerto “Sold out” in Live 360.

Scopri le nostre produzioni qui. here.

Industrie metallurgiche, un’immersione a 360 °

Background image of the post header

 

GIM, il gruppo delle industrie metallurgiche, ha incaricato l’agenzia di comunicazione Archibald e Abraham e Archibald and Abraham as well as Digital Immersion di portarti nel cuore dell’industria.

In collaborazione con i centri di formazione, abbiamo lanciato una campagna di 6 video immersivi a 360 °. Lo scopo di questa campagna è offrire ai giovani in cerca di formazione, di vivere un’esperienza visiva e sonora, più vicina alla realtà e all’industria.

Industrie metallurgiche enterprise

Questa prima serie di video, evidenziando i mestieri industriali e tecnici a lungo termine, è stata resa possibile grazie all’aiuto di sei società:

Questa campagna darà luogo, nel prossimo futuro, ad altri video e animazioni, sempre con lo scopo di far scoprire e sensibilizzare le nuove generazioni, alle professioni che il Gruppo di Industrie Metallurgiche difende e promuove.

Scopri le nostre produzioni qui. here.

Sergeant James: una proiezione straordinaria

Background image of the post header

sergent james affiche

Potresti già conoscere Sergeant James, il cortometraggio diretto da Alexandre Perez e coprodotto da Digital Immersion e Floréal Films, attualmente disponibile presso il nostro stand ai festival.

Ma non è tutto, ora il Sergeant James è in mostra a Luxor in una sala dedicata alla realtà virtuale.

digitalimmersion Sergeant James video360-2

Sedili rotanti, cuffie e auricolari GearVR per la realtà virtuale: tutti gli elementi si uniscono per una visione ottimale del film, che ti porta sotto un letto dove accadono cose misteriose.

Il sergente James di Luxor è disponibile fino a giugno, prenota i biglietti in anticipo sul sito di biglietteria

Scopri le nostre produzioni qui.

COCA COLA: goditi il momento … con la realtà virtuale

Background image of the post header

Le bolle più famose del mondo rivelano alcuni dei loro segreti in un film a 360°. In collaborazione con TF1 Production, Digital Immersion ha prodotto un film sulla produzione di bottiglie di Coca-Cola nello stabilimento di Grigny, in Francia.

Lo sapevi che vengono prodotte oltre 6.000 bottiglie al minuto?

GOOGLE Curiocity video 360

Background image of the post header

GOOGLE CURIOCITY: l’esperienza del fotografo urbex David de Rueda nella. realtà virtuale.

Google ha utilizzato la creatività dell’agenzia AQKA, Big Productions e l’esperienza video a 360° di Digital Immersion di Digital Immersion per produrre un video a 360° nella realtà virtuale attorno all’esperienza del fotografo David de Rueda.
L’obiettivo di un fotografo urbex è trovare il luogo ideale, questa è la ricerca dell’artista: i mezzi a 360 ° offrono una maggiore percezione e autenticità in questo viaggio urbano per portare il visitatore a sviluppare la sua curiosità e comprendere i codici della fotografia urbana.

GOOGLE Curiocity image building